lunedì 10 febbraio 2014

Quando sei nato non puoi più non viaggiare

 

Il mio personale inno al viaggio


Salve a tutti! Scusate l'assenza da questo blog. Mi sono ripromessa infatti di scrivere una certa media di post a settimana, ma in questo caso ho una scusa buona: sono stata via tutto il week end con il mio ragazzo. Visto che avevamo esattamente tre giorni, siamo stati in Italia, precisamente tra San Marino (ok, siamo andati all'estero..heheheh), Ravenna e ieri, Ferrara. Scriverò un  post, e questa volta lo farò sul serio, non come per Bruxelles che poi le buone intenzioni sono finite tutte su per il camino :) .

Vorrei però riflettere su una cosa, oggi. Ovvero: quando sei nato, non puoi più non viaggiare.
Non ho mai capito quelle persone comode, che non mano lasciare la propria abitazione e che se lo fanno, non si allontanano mai più di tanto, perché per loro va bene così. Io da anni ho questa smania di andare, partire, ma soprattutto vedere. Conoscere. Ricordare.

Ci sono musei che forse non ho visitato benissimo. Ci sono spiagge che non mi sono goduta abbastanza. Ci sono cibi mangiati frettolosamente e aerei presi per un soffio. E poi c'è il momento in cui organizzi il tuo viaggio, e senti già il profumo delle brioches calde, quelle dell'albergo dove dormirai. Vedi già quel quadro che ti piace da sempre. Immagini la strada principale di una città che non è la tua, ma che poi sai già, ti piangerà il cuore lasciare. E sai che non puoi resistere: durante il viaggio commetterai qualche errore, ma devi andare.

So che è così comodo il bar dietro casa, l'arrosto della suocera, così buono e sugoso al punto giusto. Il letto di camera nostra è incredibilmente accogliente e la vista del nostro cortile ci mette di buon'umore ogni mattina, ma come si fa, dico io, a non voler vedere se anche qualcos'altro ci rende felici? Come si fa a non aver voglia di vedere tutto il mondo?

credits: www.deejay.it/

4 commenti:

  1. Brioche calde nell'albergo? No, per me l'ostello meno costoso, quello che sai già che 2 volte su tre è ai limiti dell'agibilità. :) è la parte più bella del viaggio secondo me

    RispondiElimina
  2. Non so dare una risposta alle tue domande perché non si può non voler vedere tutto il mondo o almeno quello che possiamo ... viaggiare è senza dubbio la cosa migliore al mondo. Niente come il viaggio mi fa sentire incredibilmente viva.

    RispondiElimina
  3. La voglia infatti c'è sempre, sono le finanze che a volte non aiutano, ahah! Aspetto il diario di viaggio!

    RispondiElimina
  4. sicuramente Miranda non sbaglia mai un colpa, è perfetta :) grazie di esser passata da noi! baci da mamma e figlia blogger! se ti va passa a vedere il nostro ultimo post http://redhead-blondie.blogspot.it/2014/02/look-per-tutti-giorni-fashion-blogger.html

    RispondiElimina

I love your comments!