martedì 24 settembre 2013

Rush: quando la rivalità tra due piloti era spettacolo


La rivalità tra Niki Lauda e James Hunt è entrata nella storia. Nelle sale è ora presente un film che ne parla, diretto da Ron Howard


I due attori protagonisti. Immagine tratta da www.cineblog.it
Ieri sera sono andata al cinema con il mio ragazzo, che segue con passione la formula uno. Non posso affermare altrettanto:  le gare automobilistiche su di me, hanno  un effetto soporifero, e il rumore di quei bolidi che sfrecciano sui circuiti di tutto il mondo, mi ricorda spesso il ronzio di un insetto.
Tuttavia, devo ammettere che ero molto incuriosita da questo film, per la stima che ho di Ron Howard (sì, il regista che un tempo impersonava Ricky Cunningham nel celebre serie tv "Happy Days") e per la curiosità di vedere parte della vita di Niki Lauda, sopravvissuto ad un disastroso incidente durante il Gran Premio del 1976.
Tra il pubblico, gruppi di ragazzi e qualche fidanzata, forse costretta a vedere questo film...o magari realmente interessata come me.

La storia raccontata è quella della leggendaria rivalità tra i due piloti James Hunt e Niki Lauda. Il primo, inglese (interpretato dal bel  Chris Hemsworth ) estroverso e con un fascino innato, vive il suo lavoro come una passione, senza badare troppo alle regole e alla disciplina, fuori dal circuito. Niki Lauda, austriaco (impersonato da Daniel Bruhl) è l'opposto: metodico, calcolatore, disciplinato e geniale nell'apportare modifiche all'auto da corsa, è invece riservato e anche un pochino antipatico. Il film si snoda tra gran premi (quello del 1975 e del 1976) e vicende personali dei due protagonisti, che si sono sempre comunque rispettati.

Ho ammirato la fotografia, la fedele ricostruzione dell'ambiente dell'epoca (colonna sonora compresa) e di sicuro non mi sono annoiata, come accade quando vedo qualche gran premio alla tv. Niki Lauda ha recentemente dichiarato che all'epoca i piloti correvano veramente il rischio di lasciarci la pelle durante le corse, mentre ora almeno la sicurezza dei circuiti è migliorata.

Nel cast figurano il nostro Pierfrancesco Favino nei panni del pilota Clay Ragazzoni e Olivia Wilde, in quelli di Susy Miller, ruolo che le ha permesso di sfoggiare dei bellissimi look anni '70!

                                                                      
immagine tratta da www.aceshowbiz.com

5 commenti:

  1. Io, per esempio, non amo come te la Formula Uno mentre sono una fan delle gare di motociclismo... Ciò detto, questo film un po' mi attira, non foss'altro per godersi Chris Hemsworth un paio d'ore... ;) ;)

    Xoxo
    Frenzi

    RispondiElimina
  2. ahahahaha mia sorella è stata costretta ad andare a vederlo dal suo fidanzato, però poi quando è arrivata a casa ha detto che non era niente male ;)
    io invece non credo che andrò a guardarlo, non è proprio nel mio genere!!!!!

    RispondiElimina
  3. Non mi ispirava molto, però la tua descrizione mi ha messo curiosità! E Olivia è stupenda sempre!

    Follow Fashion Dupes:
    Fashion Dupes | Facebook | Twitter | Instagram |Bloglovin' |Fashiolista

    RispondiElimina
  4. Questo film mi intriga e la tua descrizione lo ha reso ancora più interessante! :) Passa da me se ti va, potremmo seguirci a vicenda!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. vengo subito a vedere il tuo blog! Comunque consiglio questo film..vivamente! :)

      Elimina

I love your comments!