giovedì 11 luglio 2013

L'errore della taglia troppo piccola


Ovvero: cosa spinge una taglia 52 a voler entrare in una 42?


Da ormai sette anni lavoro in un grande negozio di vestiti ed ho imparato a valorizzare il mio fisico tutt'altro che perfetto. Ho conosciuto inoltre  tantissime clienti, con alcune ho un rapporto molto cordiale, mentre con altre ci si limita al classico formale rapporto di lavoro. Ho compreso molte donne con le loro lamentele, con corpi grassi, magri, con varie fissazioni su cosa potessero indossare oppure no. Spesso mi capita di riuscire a consigliare e a far cambiare idea ad una cliente. Non mi stupisco di nulla: noi donne di fronte ad un bel vestito, possiamo avere tutte le reazioni possibili.

Ma una certa categoria di clienti destano ancora la mia curiosità, ovvero le donne molto in carne, che pretendono di entrare in taglie minuscole.
Sia chiaro: io non credo in quel diktat che ci vorrebbe tutte uguali, con la stessa taglia (una 40?). Amo il mondo curvy e ho visto donne bellissime, fiere della loro fisicità e del come sanno godersi la vita, a cominciare dal gustare un bel piatto di pasta. Le comprendo perché anche per me "dieta" è una BRUTTA PAROLA e so benissimo che alcuni corpi (tipo il mio), non rientreranno mai in canoni estetici che strizzano l'occhio all'anoressia.

bellissima modella plus size


Mi trovo però a volte a dover dissuadere una cliente dal provare una taglia molto più piccola della sua. Oppure a sorbirmi lamenti sul fatto che molte ditte sbagliano a scrivere "large" su un abito così piccino. Su questo posso dare adito alla cliente, tuttavia non capisco perché accanirsi con modelli troppo aderenti, tessuti poco consoni  e soprattutto con taglie che non sono quelle corrette.
Perché invece non valorizzarsi? Ad esempio  persona propone outfits molto carini.
Perché rischiare di far saltare bottoni e rovinare cuciture, quando si può essere stupende, nella propria taglia?
Perché non accettare la propria fisicità e lasciar perdere quegli abiti che non stanno proprio bene? Attendo delucidazioni, se ne avete...

13 commenti:

  1. Molto interessante questo post, non avevo idea che succedessero queste cose.
    Sarebbe utile fare una rubrica sul comportamento delle clienti di fronte a vari problemi (veri o fittizi), alla fine è anche una sorta di autoterapia per chi legge e ci si riconosce :)
    (¯`·._.·Nymphashion·._.·´¯)
    (¯`·._.·Nymphashion FB·._.·´¯)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma grazie che bella idea mi hai dato :)

      Elimina
  2. sono assolutamente d'accordo!.. la bellezza non ha una taglia precisa, ma bisogna imparare ad accettare la propria! baci cara!
    Se ti va, passa a trovarmi su UNMONDOAFORMADIME
    c'è un nuovo post outfit !
    a presto.
    Valeria

    RispondiElimina
  3. Sì effettivamente è una cosa che vedo spesso fare, e che in parte faccio anche io involontariamente. Sapere di entrare in una taglia più piccola ti fa stare meglio purtroppo...
    Federica

    Follow Fashion Dupes:
    Fashion Dupes | Facebook | Twitter | Instagram |Bloglovin' |Fashiolista

    RispondiElimina
    Risposte
    1. lo so ma è controproducente purtroppo :(

      Elimina
  4. Brava!!! Mi trovi perfettamente d'accordo con te!!!
    Una volta accettato il proprio fisico, si riuscirà anche a valorizzarlo meglio!

    ♥ NEW POST: : My LoveLook! / ♥ Facebook / ♥ Bloglovin

    RispondiElimina
  5. Thank you for the auspicious writeup. It in fact was a amusement account it.

    Look advanced to more added agreeable from you!
    However, how could we communicate?

    Also visit my web site - scholarships

    RispondiElimina
  6. Hai ragione!Il fisico perfetto non esiste,ognuno a punto di forza e di debolezza,tutto sta nel saperli valorizzare!Ma mi guardo in giro e sembra che le persone non si rendano veramente conto del loro fisico,indossando capi che non sono affatto adatti per il loro fisico.
    Questo della taglia più piccola mi sembra strano,insomma capisco la negazione,ma volersi infilare in qualcosa che non ti sta è assurdo.Capisco però che per le persone a cui non piace il proprio corpo fare shopping non deve essere il massimo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. no, non è il massimo in effetti. Però voler per forza fare propria una taglia che non ti sta è assurdo. Come dicevo nel post, meglio usare ditte over size piuttosto che strizzare le proprie curve in abiti non appropriati. Tuttavia è un argomento delicato e complesso, di cui scriverò ancora, con tutta la sensibilità possibile.

      Elimina
  7. E' vero quello che hai scritto. Come ti dicevo, secondo me, dietro c'è proprio un ragionamento di non accettazione del proprio corpo.


    Francesca
    The Glossy Mag

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si, infatti. Propio oggi ho scritto un altro post sull'argomento!

      Elimina

I love your comments!