giovedì 27 giugno 2013

Come organizzare un addio al nubilato con viaggio a sorpresa


Una vostra amica si sposa? Se avete voglia di organizzare un addio al nubilato con annesso viaggio, i miei consigli potrebbero esservi utili!




Tempo di matrimoni e perciò di scelta dell'abito ( e questo è il  blog che vi aiuterà) e di decisioni incombenti sul come truccarsi (Clio salvaci tu). Ma prima di tutto è bene ricordare che un matrimonio è una festa, una gioia, un'occasione per stare assieme e soprattutto per organizzare un addio al nubilato indimenticabile.

Le mie amiche ed io abbiamo deciso di portare la futura sposina a Barcellona, per quattro giorni. Lei ovviamente non sapeva nulla. Non è stato difficilissimo, ma tutto ciò ha richiesto una buona organizzazione e qualche accorgimento che vi elencherò. Anche voi maschietti dovreste leggere questo post, perché persino la vostra "notte da leoni" dev'essere pensata da tempo, per riuscire nel migliore dei modi.

Vediamo quindi cosa fare:

  1. Trovatevi un/a complice : se decidete di portare via una persona a sorpresa, per quattro giorni, questa non può prepararsi la valigia da sola. A meno che non glielo facciate fare all'ultimo minuto e per noi donne, potrebbe essere un dramma. Quindi, ringrazio personalmente, la sorella della sposa per averci aiutato non solo nell'organizzare il bagaglio, ma nello fornire anche il passaporto per il check in on line (Ryanair, ouì)
  2. Avvisate il datore di lavoro dell'interessata/o: sarà pure una sorpresa, ma assentarsi per quattro giorni può diventare un problema, se non avete parlato con il capo. Quindi procuratevi il numero (e se avete altri complici, meglio) e chiedete
  3. Ritrovatevi una volta alla settimana, e prendetevi tempo: ovvero, cominciate ad organizzare il viaggio appena la sposa annuncia la data delle nozze. A mio avviso non aspettate l'ultimo minuto: non si può pensare di portar via qualcuno per così tanto tempo quando mancano pochi giorni alla data del fatidico sì! Inoltre il tutto deve essere ben studiato, quindi ritrovatevi con il vostro "gruppo di lavoro" almeno una volta a settimana. Ricordate che se prenotate un volo, il prezzo più conveniente è di solito quello che trovate con largo anticipo.
  4. Andate con persone fidate: sarebbe ideale conoscere profondamente la gente con cui organizzate il tutto. Viaggiare è una goduria se vi trovate bene con chi vi accompagna. E' una cosa terrificante invece se non andate d'accordo: tutto risulterà una rogna, dalla scelta del budget a quella per l'appartamento e persino quando si parlerà degli  scherzi da fare alla sposa.
  5. Fatevi riconoscere: quando siete partite/i dovreste avere un simbolo che vi accomuna, in modo che tutti sappiano cosa state facendo. Noi abbiamo preparato delle spille, delle magliette e dei "santini" (la futura sposa era vestita da suorina :D ), e anche in questo caso l' averci pensato prima è fondamentale. Ma perché fare tutto ciò? Semplicemente perché è divertente. La gente ti chiede informazioni, e alla raccolta delle offerte (da noi spesso si fa una colletta durante gli addii al nubilato) vedono che siete un gruppo. Poi ci sono gli imprevisti: lo steward al nostro ritorno, dopo aver visto le magliette tutte identiche ci ha chiesto se volevamo fargli leggere un messaggio per la futura sposina!
  6. Scegliete una località vivace: cioè, a meno che non vogliate stare isolate/i di proposito,  recatevi in un posto dove si faccia festa. Ovviamente non esagerate, e tenetevi in contatto con il futuro sposo, fidanzati e famiglie!
  7. Parlate in codice, e non fate sapere nulla all'interessata: non dite mai nulla a riguardo, prima della data decisa. Se la  futura sposa è distratta meglio, ma credetemi a pochi mesi dalle nozze, nessuno presta attenzione a particolari che non riguardino la cerimonia.
  8. Fate qualcosa che non dimenticherete: noi abbiamo visto lo spettacolo della fontana magica, a Barcellona, tutte assieme. E' stato bello e commovente.
  9. Organizzate una seconda festa, stavolta ufficiale: non sempre si riesce a mollare tutto e viaggiare, anche per pochi giorni. Una festa ufficiale per le persone che purtroppo non hanno preso parte al viaggio, è d'obbligo!

Bene, per delucidazioni chiedete pure.
Un grande saluto alla mia amica, detta anche Suor Manu e alle altre splendide compagne di viaggio che mi hanno regalato questo favoloso ricordo!

Nessun commento:

Posta un commento

I love your comments!