martedì 30 aprile 2013

OUTLET e armadi perfetti


Come uno spazio Outlet si trasformi in un angolo di puro disordine.

Sono tornata domenica da un viaggio, e  sono in quello stato emotivo tra il "vorrei non fosse mai finito" e il "vorrei non vedere più tante di queste faccie che invece mi si parano davanti ogni giorno".
Quindi diciamo che non sono happy come al solito. Vi prometto che parlerò delle mete che ho visitato, ma non aspettatevi racconti di viaggio dettagliati. A me personalmente non piacciono quei resonti tipo : "giorno 1- visitato il monumento tele, -mangiato nel tal ristorante ecc"... Mi fan venire l'ansia.

Ed a proposito di ansia..in negozio mi hanno affidato un reparto di maglieria scontata. OUTLET. Non vi dico come le clienti si divertano a riempirsi la bocca con questa parola. Perchè OUTLET fa figo. Non è come dire "occasioni", "sconti", "saldi" . No, è più bello, sembra quasi di comperare chissà quale capo d'abbigliamento di gran qualità ad un prezzo iper basso, senza sentirsi minacciati da questa crisi che non fa arrivare alla terza settimana del mese.
Però è inutile, le donne "rumano", ovvero mischiano, strapazzano, se potessero rotolarci dentro i vestiti, lo farebbero. E quindi questa zona è l'apoteosi del disordine. Sarei impazzita se fossi una maniaca dell'ordine: finisci per piegare le stesse maglie che mezz'ora fa erano state rimesse al loro posto. Perchè è così bello e comodo mettere in disordine indumenti appena riportati ad uno stato decente. E poi le domande che mi fanno...- "Scusami ma questa è veramente di Versace o è un'imitazione?". La mia faccia deve aver dato una risposta inequivocabile, perchè la cliente si è affrettata a speigarmi che il logo non è quello attuale. Certo, perchè in un OUTLET ci sono capi della stagione corrente, è risaputo.
Poi quelle che vengono lì e mi chiedono- "Ma lei si diverte a piegare? Poverina, con tutto questo disordine!"- per poi fare ancora più confusione. Mah.

Ci sono quelle signore poi, che si lamentano prioprio del fatto che l'angolo OUTLET  sia in disordine. Ecco io le terrei lì mezz'ora, solo a guardare la fauna pubblica che lentamente  attua la metamorfosi di  un piccolo angolo di maglieria in uno dei peggiori incubi della brava massaia.
Maglie per terra, taglie mescolate, prezzi staccati..più si combinano disastri, più alta sarà la loro soddisfazione.
Sono convinta che nella loro magione, l'armadio è così ben diviso e catalogato da mettere in dubbio anche Carla Gozzi di Guardaroba perfetto . Così, per non aver sensi di colpa vengono lì, nel caro spazio OUTLET, tanto mica devono far ritornare la pace zen in quell'angolo del negozio.
Mi chiedo poi quanti vorranno sapere se domani, 1 maggio, il negozio rimarrà aperto. La risposta è "NO" con un sorrisone che li stordisca tutti.



2 commenti:

  1. Oddio quelle che si lamentano del disordine sarebbero davvero da mandare a quel paese!Qualche volta bisogna dire che le persone hanno queste uscite senza senso!Io non saprei cosa rispondergli!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io di solito dico- " sa signora, tante clienti purtroppo mettono in disordine, magari fossero tutte come lei che invece mi ripiegherà la maglia che sta guardando" :P

      Elimina

I love your comments!