martedì 12 marzo 2013

Come riordinare il vostro armadio

 

Guida semi-seria per l'organizzazione del vostro guardaroba


Poche persone ammettono di non essere ordinate. Ci si barrica dietro scuse a volte fantasiose, dicendo che si è in realtà "diversamente" ordinati. Oppure che in tutta quella confusione, si troverà sicuramente quello che si sta cercando. O meglio ancora "il genio vive nel disordine". Ora, prima  di  affrontare o meno  il "problema", vorrei ricordarvi che una delle conseguenze della confusione  è senz'altro l'essere perennemente in  ritardo .

Oggi impareremo come organizzare il vostro armadio.
Voi, signore che non riuscite mai a trovare quella camicetta che sta tanto bene con la gonna che indossate.
Voi, signori, schiavi del calzino spaiato, che ha perso il beneamato compagno d'avventure. Questo post vi aiuterà in tali difficili momenti...e anche in altri.

Iniziamo con il dire che ci sono diverse scuole di pensiero. C'è chi vi consiglierebbe di comperare le tanto amate scatole ordinett, chi vi direbbe di ricorrere all'armadio componibile pax, di ikea.
Il mio motto è semplice: poco spazio-massima organizzazione.
Decidete una strategia, una via di "guarigione" al disordine, un modo di organizzare. Scegliete tra diverse tipologie di classificazione. Vediamole assieme.

  • Divisione per "occasioni d'uso": è il metodo con cui la celebre Carla Gozzi, di "Real time", riorganizzava gli armadi delle concorrenti di "Guardaroba perfetto". In parole povere, il vostro armadio va diviso in capi usati per il lavoro, per il tempo libero, per la sera ecc... Pro: ad ogni ora del giorno, saprete dove cercare. Contro: è poco flessibile come metodo e se siete disordinati seriali, sicuramente butterete quel completo da "Saturday night fever" (ma chi ve l'ha fatto comperare? io no ) fra gli abiti che usate per andare in ufficio. Risultato? I colleghi vicanteranno tutto il giorno "Staying alive"
  •  Divisione per "colore": utile e gestibile se avete una particolare predilezione per determinate tinte.  Pro: è molto semplice da attuare. Contro: in realtà pochi eletti riescono a scegliere sempre gli stessi toni . Il mio armadio ad esempio è strapieno di fantasie, in  tantissime gradazioni. Quindi diciamo che questo è un metodo d'elite.
  • Divisione per "tipologia": quella che uso personalmente. Ovvero: dividete i pantaloni con i propri simili, i vestiti in un angolo, le magliette con le altre t-shirt e così via. Pro: facilissima da portare avanti con costanza. Contro: dovete essere bravi ad abbinare i capi, perchè se non è così potreste commettere epic fail e sembrare...Arlecchino.
  • Divisione per abbinamenti: molto simile alla prima modalità, si può usare in accoppiata con essa. Potete cioè predisporre i vsotri capi secondo l'abbinamento consono, ovvero: quella maglia con quei determinati pantaloni ecc..Pro: non sembrerete certo Arlecchino (spero). Contro: dovete sforzarvi di non buttare tutto a soqquadro quando avete poco tempo.

Vi consiglio comunque di tenere più catalogati possibile gli accessori, in modo che non intralcino e tolgano spazio ai vostri capi di vestiario. Le ordinett e gli accessori per armadio che trovate da ikea, appunto, faranno al caso vostro. Un altro accorgimento è di non cambiare spesso collocazione degli oggetti all'interno del guardaroba: chi è disordinato tende a farlo, per poi perdere molto tempo a cercare quello che gli manca.
Spero di esservi stata utile :)

Semi-serious guide to organizing your wardrobeFew people admit to not being ordered. There is entrenched behind excuses sometimes fanciful, saying that it was actually "unlike" ordered. Or that in all the confusion, you will surely find what you are looking for. Or better yet "the genius lives in the disorder." Now, before decide whether or not the "problem", I would like to remind you that one of the consequences of the confusion is certainly being perpetually late.

Today we will learn how organize your closet.You, miss,  that you can 't ever find that blouse that's so good with the skirt you wear.You, gentlemen, slaves of the unpaired sock that has lost the beloved companion in adventure. This post will help you in these difficult times ... and in others.

Let's start by saying that there are different schools of thought. There are those who would advise you to buy the beloved boxes Ordinett, who would tell you to use modular cabinet pax for ikea.My motto is simple: minimal space-maximum organization.Decide on a strategy, a way to "cure" the disorder, a way of organize. Choose from a variety of classification. Let's look together.

• Division for "occasions of use" is the method by which the famous Carla Gozzi, "of Real time", reorganized the wardrobes of competitors "Wardrobe perfect." Your closet is divided into used clothing for work, leisure, etc. for the evening ... Pros: every hour of the day, you'll know where to look. Cons: limited flexibility as a method and if you are messy serial, surely you throw that suit from "Saturday night fever" (but who say to you to buy it? me, not) between the clothes we used to go to the office. The result? Colleagues will sing   to you "Staying alive" all the day.
• Division "color" useful and manageable if you have a particular preference for certain colors. Pros: It is very simple to implement. Cons: a select few actually manage to always choose the same tones. My closet is full of such fantasies, in so many shades. So let's say that this is a method for the elite.
Division for "type" that I personally use. That is, divide the pants with his fellows, the clothes in the corner, t-shirts with other t-shirts and so on. Pros: easy to carry out consistently. Cons: you have to be good to match the heads, because if you don't do it is a epic fail for your  look ... Harlequin.
Division for matching: very similar to the first mode, can be used in tandem with it. Means that you can prepare your  garments according to the combination consonant, namely: that shirt with those specific pants etc. .. Pros:  you'll  don't seems  Arlecchino (I hope). Cons: you have to force yourself not to throw everything into a mess when you have little time.

I  advise you to keep the accessories more cataloged is poissibile, so they don't interfere and take away space for your clothing. The Ordinett and accessories from ikea wardrobe that you find, in fact, will eork  for you. Another trick is not to change often placing objects inside the wardrobe: who is messy tends to do it , and then lose a lot of time looking for what it lacks.I hope to be helpful :)

Nessun commento:

Posta un commento

I love your comments!