venerdì 23 novembre 2012

Un abito che trae in inganno


Tra meno di un mese avrò 31 anni. Trenta più uno (scritto così fa meno impressione?). Questo non fa di me un'anziana, ma non posso neanche vantare la classica spensieratezza da ventenne. Ci si aspetta una certa esperienza nella vita, da una che ha superato i trent'anni, come ad esempio: sapere che se si mangia un determinato alimento si starà male. Si dovrebbe ormai conoscere quale tipo di taglio di capelli è meglio evitare, quale make up, su di noi fa abbastanza schifo (io evito gli ombretti azzurri, che sul mio viso fanno tanto "signorina verderame").
Ebbene, ormai ci siamo: io ho imparato quello che su di me va, o non va. Quello che mi valorizza, quello che, guardandomi allo specchio, durante il giorno, mi fa pensare -"Ok mondo, oggi sto proprio bene"-. Tra il dire e il fare però c'è di mezzo il mare, e perciò capita che comunque io commetta dei piccoli errori (cavolo, sono umana!).

La mia vergogna più grande è però quella di cedere ogni tanto al vestito "stile impero". Lo so, non è più un pezzo imperante nelle collezioni attuali, ma state certe che è sempre lì, che vi aspetta al varco.
Questo particolare tipo di abito sta molto bene a chi ha seno: diciamo che non è quello il mio punto forte, quindi, l'abito tagliato proprio a quell'altezza, su di me non rende. Anzi, fa peggio. Ogni volta c'è qualcuno che mi chiede -"Signorina, aspetta un bambino"?


-"NO, sto solo aspettando che tu la smetta di fissarmi la panza"-
Perchè nonostante la palestra, io adoro il cibo, e mi piace anche cucinare dolci. Quindi un minimo di pancia ce l'avrò sempre. Tuttavia con un altro tipo di abbigliamento, come ad esempio top e jeans non a vita bassa (altro terrificante errore per chi non è un fuscello nella zona fianchi-ventre), nessuno avrebbe chiesto se aspetto un bambino.
E poi io dico, se un giorno accadrà, so che sarò talmente felice che non aspetterò neanche che mi pongano la domanda...mi immagino la scena :-"Ciao Sabrina, prendi un caffè?"- "Certo, Rosalba, sono incinta!" hahahahahha

In less than a month I will be 31 years. Thirty plus one (written so, it  makes less impression?). That doesn't  make me an old woman, but I can't boast the classic carefree by twenty. We expect a certain experience in life, from one who has passed the age of thirty, for example, know that if you eat a certain food you'll be wrong. You should now know what kind of hairstyle is best avoided, which make up about us is quite disgusting (I avoid blue eye shadows, which do so much on my face "Miss verdigris").
Well, here we are: I learned what goes on me, or should not be. What I values​​, what, looking in the mirror during the day, makes me think - "Ok world, today I'm just fine" -. Between saying and doing, however, is half the sea, and thus it happens that I still commit minor mistakes (hell, I'm human!).


My biggest shame is, however, sometimes take empire-waist gown. I know, is no longer a dominant part in the current collections, but be certain that it is always there, waiting for you at the gate.
This particular type of dress is very comfortable to those who have breast: let's say that is not my strong point, so the cut of the dress on me, doesn't work. In fact, do worse. Whenever anyone asks me - "Miss, are u pregnant?"


- "NO, I'm just waiting for you to stop look at my belly" -Because despite the gym, I love food, and I also like to cook cakes. So a minimum of tummy I'll have forever. However, another type of clothing, such as tops and not low-rise jeans(more terrifying mistake for those who are not a twig in the area hips-belly), no one would have asked if I'm pregnant.And then I say, if one day it will happen, I know that I will be so happy that I will not wait even pose the question ... I imagine the scene: - "Hello Sabrina, would u like a coffee?" - "Sure, Rosalba, I'm pregnant ! " hahahahahha

Nessun commento:

Posta un commento

I love your comments!