lunedì 9 luglio 2012

Le (mie) isole Eolie

Buongiorno!

Come anticipato nel post precedente, ecco il mio primo "resoconto" sulle vacanze. Iniziamo con le Isole EOLIE, che avevo visitato anche l'anno scorso.
Questo arcipelago è formato da: Lipari, Vulcano, Salina, Stromboli, Panarea, Alicudi e Filicudi. Ognuna di queste è di origine vulcanica, ed ancora oggi ci sono due crateri attivi.
Si possono raggiungere le isole Eolie da Milazzo, tramite le compagnie di navigazione Siremar, e Ustica lines, ma ci si può arrivare anche da altre parti della Sicilia e da Reggio Calabria e Napoli.

Come base, questa volta ho scelto Lipari, poichè l'avevo visitata molto velocemente, in passato, e perchè è la più grande, e snodo principale per i collegamenti con le altre isole.
Lipari è servita abbastanza bene dall'azienda di trasporti Urso , che garantisce con una certa frequenza i collegamenti bus dalle varie pati dell'isola, per le spiagge.
Il corso principale, Vittorio Emanuele, è pieno di negozi e ristorantini, e dal porto si può arrivare a Mrina Corta, dove potrete imbarcarvi per raggiungere qualsiasi altra isola eoliana. Non dimenticate però di visitare il Museo archeologico regionale eoliano, nel complesso del Castello: personalmente l'ho trovato molto interessante! Per quanto riguarda l'alloggio io mi sono trovata bene presso il B&B Ventura, ma avrete l'imbarazzo della scelta, soprattutto se non andate in altissima stagione. Come ristoranti consiglio Le Macine che offre anche un servizio navetta, dal porto (Marina Lunga). Molto soddisfacente anche la visita alla Trattoria del Vicolo e un dolce alla pasticceria Subba.


il porto di Marina Corta


Vediamo ora  cosa offrono le altre isole dell'arcipelago.

Vulcano

Essa si trova molto vicino a Lipari, ed è caratterizzata da un cratere ancora attivo che sprigiona numerose fumarole. L'odore di zolfo che sentirete arrivati subito al porto, è dovuto a queste. Il cratere è visitabile ma se volete avvicinarvi alle fumarole, dovrete essere accompagnati da guide autorizzate. Molto famosa è la pozza maleodorante  in prossimità del porto: sono fanghi che, si dice, abbiano proprietà terapeutiche e adatti a rendere la pelle morbidissima. Personalmente non ho provato...
Ho visitato Vulcano in scooter, ed il paesaggio è veramente spettacolare. Da non dimenticare, una visita al bar "Da Remigio": ci si possono trovare i cannoli più buoni di tutto l'arcipelago!

Stromboli

Quest'isola mi è piaciuta moltissimo. Sarà la presenza del Vulcano ancora attivissimo, sarnno le stradine che si arrampicano sul paese dipinto di bianco ed azzurro. Saranno i negozi molto carini che potrete visitare...Stromboli resta nel cuore. Vi consiglio di vedere la sciara del fuoco e programmare un'escursione per vedere l'eruzione. In una parola: favolosa. Di solito molte gite vengono vendute con annessa la sosta a Ginostra, magari al tramonto: da questo paesino è possibile ammirare l'arcipelago in tutta la sua bellezza. E' probabile che ci sia un breve stop anche  vicino al grande scoglio Strombolicchio, che ricorda per la sua forma, un castello medievale.
Per le gite in barca vi consiglio Bartolo escursioni truistiche mentre per il pranzo le terrazze di eolo .
Se volete visitare il cratere, rivolgetevi a  Magmatrek  .

Panarea


Conosciuta come la più esclusiva e costosa isola dell'arcipelago, Panarea è soprattutto una piccola perla, che offre al turista delle viste mozzafiato, con il suo paese dalle case bianche, i bouganville e con le sue bellissime baie, tra tutte spicca quella di Basiluzzo:



Merita senz'altro una visita!


Salina

Ecco un'altra delle mie preferite. In quest'isola venne ambientato "il Postino" (la casa del usata per le riprese è ora un bar ristorante) e non a caso: vedrete delle bellissime spiagge, nere o di ciottoli e dei paesini da sogno come, S. Marina di Salina, Malfa e Leni. A Lingua, il piccolo lungomare di S. Marina, vi consiglieranno tutti il "pan cunzatu"  al bar da Alfredo. Provatelo, ma se per pranzo volete anche come dessert, una delle famose granite, ordinate la mezza porzione. Non siate timidi: in Sicilia, visto l'abbondanza delle libagioni, nessuno si stupirà, e voi assaggerete entrambe le specialità di questo bar.
Un ultima raccomandazione: se avete la possibilità noleggiate uno scooter per visitare l'entroterra di Salina, ricca di vigneti e soprattutto di viste da sogno. Il giorno dopo, fatevi un giro in barca, per vedere l'isola dal mare.


Alicudi e Filicudi

Di solito durante  le escursioni ve le fanno vedere assieme, ma  se volete potete prendere l'aliscafo e visitarle separatamente. Alicudi è molto piccola, e all'interno il mezzo di trasporto usato è il mulo! Una giornata potete passarla a prendere il sole, vicino al porto (l'acqua è pulitissima), ma ve la consiglio per un soggiorno più lungo solo se avete veramente bisogno del massimo relax!
Filicudi è più grande, ed è interessante una gita in barca, così come una passaggiata tra le vie del paesino. Molto bella la vista dei vari scogli, soprattutto al tramonto. Anche questa è un'isola piccola, ma possiede una strada asfaltata (a differenza di Alicudi)  che tra l'altro porta al villaggio neolitico di Capo Graziano.

Spero che i miei consigli vi siano utili! Alla prossima!

Good morning!As mentioned in previous posts, here is my first "report" of my holiday. We begin with the Aeolian Islands, that I visited last year too.This archipelago consists of: Lipari, Vulcano, Salina, Stromboli, Panarea, Alicudi and Filicudi. Each of these is of volcanic origin, and even today there are two active craters.You can reach the Aeolian Islands from Milazzo, with  shipping companies Siremar and Ustica, but you can also arrive from other parts of Sicily and Reggio Calabria and Naples.As base, this time I chose Lipari, because I had visited it very quickly in the past, and because is the largest and main hub for connections to other islands.ipari is fairly well served by transport Urso, providing a frequent bus connections from the various patios island for the beaches.The main street, Vittorio Emanuele, is full of shops and restaurants,and you can get to Marina Corta, where you can embark on to reach any other island in the Aeolian. But don't  forget to visit the Aeolian Archaeological Museum, the Castle complex: I  found it very interesting! As for accommodation I have been happy at the B & B Ventura, but you'll have a lot of choice, especially if you don't go in peak season. L Macine as restaurants grinders that also offers a shuttle service from the harbor (Marina Lunga). Also very satisfactory visit to the Al vicolo  Restaurant and a sweet pastry to Subba.Now let's see what  offer the other islands of the archipelago.VulcanIt is located very close to Lipari, and is characterized by a crater still active that releases numerous fumaroles. The smell of sulfur that will feel immediately arrived at the port, is due to these. The crater is open but if you want to get close to the fumaroles, you must be accompanied by licensed guides. Very famous is the smelly pond near the harbor: is mud that is said to have healing properties and are suitable for making the skin soft. Personally I have not tried ...I visited Vulcan by scooters, and the scenery is truly spectacular. Don't forget, a visit to the bar "Da Remigio": you can find the most delicious cannoli in the archipelago!StromboliI loved this island. It will be the presence of the still active volcano, Firms will be the narrow streets that climb the country painted white and blue. Shops will be very nice for you to visit ... Stromboli stay  in the heart. I recommend you see the lava of fire and plan a day trip to see the eruption. In a word: fabulous. Usually many trips are sold with adjoining parking Ginostra, perhaps at sunset From this village you can admire the archipelago in all its beauty. It 's likely that there is also a brief stop near the big rock Strombolicchio, which recalls by its form, a medieval castle.For boating excursions truistiche Bartolo I recommend for lunch while the terraces of eolo.If you want to visit the crater, contact Magmatrek.PanareaKnown as the most exclusive and expensive island in the archipelago, especially Panarea is a little gem, which offers tourists breathtaking views, with its village of white houses, the bougainvillea and with its beautiful bays, stands out among all of Basiluzzo.
SalinaHere's another of my favorites. This island was set "Il Postino" (the house used for filming today is  a bar and restaurant ) and not by chance: you will see some beautiful beaches, black or cobblestone villages and dream like, S. Marina Salina, Malfa and Leni. In Lingua,  the small waterfront S. Marina, will advise all "pan cunzatu" by Alfredo at the bar. Try it, but if you want as a dessert for lunch, one of the famous granite, ordered the half portion. Don't be shy in Sicily, saw plenty of libations, nobody will be surprised, and you both will taste the specialties of this bar.A final recommendation: if you have the opportunity to rent a scooter to visit the hinterland of Salina, rich in vineyards and especially spectacular views. The next day, take a boat ride to see the island from the sea.Alicudi and FilicudiUsually when hiking  they show it together but if you want you can take ferries and visit them separately. Alicudi is very small, and within the means of transport used is the mule! One day you can pick her up the sun, near the port (the water is clean), but I recommend it for a longer stay if you really need the ultimate in relaxation!Filicudi is larger, and it is interesting to take a boat trip, as well as a stroll through the streets of the village. Very nice view of the various rocks, especially at sunset. Although the island is small, but it has a paved road (unlike Alicudi) which also leads to the Neolithic village of Capo Graziano.I hope my tips will be useful! Until next time!

Nessun commento:

Posta un commento

I love your comments!